in

Aurora Ramazzotti commenta il monologo di Pio e Amedeo sull’uso delle parole “fr**io” e “ne**o”

Aurora Ramazzotti
Aurora Ramazzotti

Aurora Ramazzotti, sempre molto attenta e sensibile alle minoranze e alle diverse categorie, ha guardato con interesse la puntata di Felicissima Sera andata in onda ieri sera.

Fra gli ospiti del format condotto da Pio e Amedeo c’era anche il papà dell’inviata de Le Iene, Eros Ramazzotti, che l’influencer ha seguito con affetto.

Ciò che ad Aurora Ramazzotti è piaciuto meno, però, è stato il monologo del duo comico, e segnatamente l’uso delle parole come “fr**io” e “ne**o”, due parole che per Pio e Amedeo non sarebbero in sé offensive, bensì la violenza delle stesse dipenderebbe dalle intenzioni di chi le pronuncia.

La critica di Aurora Ramazzotti

Peccato che Aurora Ramazzotti non sia dello stesso avviso e così affida alle stories di Instagram una critica a Pio e Amedeo e all’uso di questi termini, rei di violare la sensibilità delle categorie cui sono rivolte:

“Questa cosa che si continui imperterriti ad avere la presunzione di decidere cosa sia offensivo che una categoria di cui non si fa parte e e di cui non si conoscono le battaglie, il dolore, le paure, il disagio, la discriminazione, rimane a me un mistero irrisolvibile. Mi dispiace ma dovevo dirlo. Fare distinzione tra l’eccesso di ‘politicamente corretto’ (che infastidisce anche me) e l’uso di parole che hanno assunto connotazioni prettamente spregiative e discriminatorie è d’obbligo. Si parla di ‘intenzione’ buona o cattiva ma oggigiorno utilizzarle (in televisione poi) diventa già l’intenzione sbagliata. Lo si fa ignorando che chi fa parte delle categorie in questione ha espresso chiaramente di non volerle sentire. Perché gli fanno male. Punto.”

What do you think?

72 Points
Upvote Downvote

One Comment

Leave a Reply

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pio e Amedeo

Felicissima Sera: ecco quanti ascolti ha fatto il programma di Pio e Amedeo dopo le numerose polemiche