in

Tale e Quale Show 2021: Carlo Conti rivela come ha risolto il problema del blackface

Carlo Conti

Il conduttore di Tale e Quale Show 2021, Carlo Conti, in un’intervista rilasciata al settimanale Oggi è tornato a parlare della polemica riguardante la pratica del blackface. Il conduttore, infatti, ha rivelato che, insieme agli autori, è arrivato a una soluzione affinché quest’anno non si ricada nel problema sorto lo scorso anno.

Carlo Conti ha affermato:

L’ho risolta così: tra i protagonisti ci sarà la cantante afroamericana Deborah Johnson, la figlia del musicista Wess. Sarà lei a portare in scena gli artisti di colore. Non sono mai stato d’accordo con queste polemiche. Sarebbe riduttivo, limitante e quasi “razzista” non poter imitare artisti come Donna Summer, Gloria Gaynor, Barry White, James Brown e tutta la black music. A volte si perde di vista la logica, l’intelligenza e la leggerezza. A Tale e Quale Show non abbiamo mai mancato di rispetto a nessuno.

fonte: tvblog.it

Questa è la prima (e forse ultima?) dichiarazione che Carlo Conti ha rilasciato sulla questione blackface. C’è da dire che ultimamente anche la Rai, una lettera ufficiale, aveva preso una posizione ben precisa: evitare che la pratica del blackface potesse essere nuovamente replicata.

Carlo Conti e la polemica del blackface: cosa era successo lo scorso anno?

Tutti gli amanti e i fan di Tale Quale e Show ricorderanno sicuramente la dura polemica che lo scorso anno aveva investito non solo il programma, ma anche Carlo Conti.

Tutto era nato da una denuncia di Ghali nel novembre del 2020, quando Sergio Muniz lo aveva imitato e il suo volto era stato scurito con del trucco di scena per riprodurre fedelmente il colore della pelle del cantante. In quell’occasione Ghali aveva dichiarato:

Non c’è bisogno di fare il blackface per imitare me o altri artisti. Potrete dire che esagero, che mi devo fare una risata e che non si vuole offendere nessuno, lo capisco. Ma per offendere qualcuno basta semplicemente essere ignoranti, non bisogna per forza essere cattivi o guidati dall’odio. Si può essere delle brave persone e non sapere che la storia del BLACKFACE va ben oltre un semplice make up, trucco o travestimento.

fonte: tvblog.it

Ghali, in realtà, aveva sollevato di nuovo la questione dopo una prima polemica per l’imitazione di James Brown da parte di Francesco Paolantoni.

What do you think?

-2 Points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiara Nasti si prende una pausa dai social

Chiara Nasti fa un annuncio inaspettato

Myriam Catania e Quentin Kammermann si sono lasciati

Giunta al capolinea la storia tra Myriam Catania e Quentin Kammermann: svelati i motivi