in

DAZN toglie la possibilità di utilizzare due dispositivi contemporaneamente: è rivolta sul web

Sono mesi che DAZN finisce al centro delle polemiche (e in tendenza sui social) per i frequenti disservizi riscontrati dagli abbonati: spesso infatti seguire le partite di calcio diventa un vero e proprio incubo, a causa del segnale debole o di vari errori che ne impediscono la visione.

Più volte DAZN ha garantito indennizzi agli spettatori, ma questo non è servito a placare gli animi, vista l’assenza di alternative: la piattaforma infatti si è assicurata i diritti della maggior parte delle partite di Serie A.

Adesso però si è aggiunto un altro tassello che in queste ore sta generando una vera e propria bufera: come riportato da Il Sole 24 Ore, da metà dicembre non sarà più possibile guardare contemporaneamente le partite su due dispositivi differenti, a meno che questi non siano collegati alla stessa linea internet.

Insomma, se una persona X sta guardando la partita dal televisore, la persona Y che è momentaneamente fuori casa non potrà vedere la partita sul suo telefono.

Un cambio di policy improvviso, in corsa, che ha portato gli utenti a protestare. Secondo le indiscrezioni DAZN vorrebbe così limitare il fenomeno della pirateria, ma gli abbonati hanno sottolineato come altre grandi piattaforme tra cui Sky, Netflix, Spotify e così via permettano ugualmente il multiuso, alcune addirittura su più di 2 dispositivi.

Molte persone sui social hanno già pubblicato, in segno di protesta, gli screenshot mostrando la disdetta dell’abbonamento, invocando anche un controllo da parte di enti come AGCOM. Nel frattempo il Codacons avrebbe già preparato un esposto dopo la notizia.

What do you think?

-2 Points
Upvote Downvote

Joe Biden avrebbe fatto un peto lungo e rumoroso davanti a Camilla, Duchessa di Cornovaglia: “lei sconvolta”

Squid Game 2 si farà: ecco cosa ha rivelato poco fa il creatore della serie