in

Alessandro Zan dice la sua dopo la mossa del Vaticano: ecco cosa ha dichiarato

DDL Zan, Alessandro Zan dice la sua sull'intervento del Vaticano

La notizia della mossa da parte del Vaticano nei confronti del ddl Zan ha sorpreso tutti. Il Vaticano, infatti, ha mandato una nota ufficiale al Presidente del Consiglio Mario Draghi e al Ministro Dell’Interno, Luigi di Maio, chiedendo che alcuni articoli del ddl Zan vengano rivisti. Per quale motivo? Secondo il Vaticano, gli articoli in questione minerebbero la libertà di espressione, di opinione e di culto del mondo cattolico. E violerebbero anche i Patti Lateranensi, stipulati nel 1929 sotto il regime dittatoriale del fascismo e rivisti poi nel 1984.

La notizia sta incendiando il web e molti esponenti del panorama culturale hanno detto la loro sulla faccenda. Dal panorama politico, invece, pochissime dichiarazioni. Ieri, però, Alessandro Zan, ideatore della proposta di legge, ha pubblicato alcuni Tweet tenendo a precisare alcune cose:

Alla Camera sono sempre state ascoltate con grande attenzione tutte le preoccupazioni e come anche confermato dal Servizio Studi Senato, il testo non limita in alcun modo la libertà di espressione, così come quella religiosa. E rispetta l’autonomia di tutte le scuole. #ddlzan

A questo tweet, Alessandro Zan ne avrebbe aggiunto un altro, dichiarando che non può esservi ingerenza estera sulle decisioni di un parlamento sovrano:

Il #DDLZan è stato approvato da un ramo del Parlamento a larga maggioranza, e l’iter non si è ancora concluso. Vanno ascoltate tutte le preoccupazioni e fugati tutti i dubbi, ma non ci può essere alcuna ingerenza estera nelle prerogative di un parlamento sovrano. #ddlzan

Oggi, fra le altre cose, Mario Draghi dovrebbe rispondere in parlamento alla questione che da ieri ha accesso il dibattito in tutto il nostro Paese.

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Britney Spears rivelati atti giudiziari in cui accusa il padre di soprusi

Britney Spears, svolta nel caso della custodia paterna: svelati i documenti giudiziari che raccontano spaventosi retroscena

mussolini rainbow

La svolta di Alessandra Mussolini: “favorevole al ddl Zan, alle adozioni gay e al pride”