in

Fedez sbotta dopo l’ennesima denuncia del Codacons: ecco il video dello sfogo

Fedez

Alla fine il Codacons è riuscito a far sbottare Fedez dopo l’ennesima raccomandata a suo carico. E’ stato proprio il rapper, questa mattina, a sfogarsi tramite le stories del suo profilo Instagram con i suoi follower. Ma cosa è accaduto questa volta?

Il Codacons avrebbe mandato questa raccomandata paragonando la raccolta fondi che Fedez aveva messo in atto per aiutare i lavoratori dello spettacolo, raccogliendo ben 5 milioni di euro, con la raccolta per Malika. Il rapper apre le stories con queste parole:

Sarà che oggi piove quindi sono un po’ meteoropatico, ma io ne ho pieni i c******i. Scusate ragazzi, ma…Ennesima raccomandata del Codacons dove riescono a paragonare la nostra raccolta fondi dove abbiamo raccolto più di 5 milioni di euro per i lavoratori dello spettacolo alla raccolta fondi di Malika. Dove si è comprata la Mercedes!

Per chi non lo ricordasse, Malika è la giovane ragazza che aveva ricevuto aiuti da tutta Italia dopo che i suoi genitori l’avevano sbattuta fuori di casa per via del suo orientamento sessuale. Ne era venuto fuori che con i soldi di quelle raccolte, Malika si era comprata anche un cane di razza e una Mercedes. Gesto che aveva fatto arrabbiare molto l’opinione pubblica.

Spiegata la ragione della raccomandata, Fedez avrebbe annunciato che il Codacons avrebbe chiesto l’immediato sequestro della raccolta fondi per i lavoratori dello spettacolo, mostrando i fogli di tale raccomandata:

E richiedono di procedere all’immediato sequestro. Fate schifo! Io sono stufo di essere perseguitato da voi. E’ incredibile che nessuno faccia niente per controllare voi! Per controllare voi! E sicuramente…E so quello che fate, so come lo fate, che nessuno intervenga sono stufo di essere perseguitato da voi pure quando le persone fanno del bene. Vergognatevi. Dovete vergognarvi.

Alla fine, il rapper ha proseguito con queste parole, dicendo che ormai si è superato ogni limite:

Io cerco sempre di farmi una risata, però si è arrivati a un punto dove è davvero insostenibile questa cosa. Io ricordo che il Codacons, durante l’emergenza Covid, durante il primo lockdown, chiedeva i soldi alle persone con un banner con scritto:”Donate per l’emergenza Coronavirus”, quando i soldi andavano direttamente a loro! Che con l’emergenza sanitaria nulla avevano a che fare. Questi hanno il coraggio di venire a rompere i c******i dove degli artisti hanno raccolto milioni di euro per aiutare i lavoratori dello spettacolo e paragonarla ad una raccolta fondi di una ragazzina che si è comprata una Mercedes? Ma come c***o è possibile che in questo paese sia possibile tutto questo? Io c’ho almeno una trentina di denunce, devo andare in tribunale per 30 volte con questi s*****i che intasano i pubblici uffici! Mi sono rotto il c***o. Non è possibile. Non è possibile una cosa del genere.

Fedez ha concluso lo sfogo lanciando all’aria i documenti ricevuti quest’oggi dal Codacons. Qui potete vedere il video dello sfogo:

What do you think?

15 Points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Veronica Ciardi e Sarah Nile

Ricordate le due ex gieffine Sarah Nile e Veronica Ciardi? In queste ore sono tornate alla ribalta sui social per via di una polemica

Lufthansa

Lufthansa abbandona il saluto con “signore e signori”: ecco come verranno accolti i passeggeri a bordo