in

Felicissima Sera, Pio e Amedeo: “nella prossima puntata diremo tutte le parole che non si possono dire, come ne**o e fr**io”, ecco perché

Pio e Amedeo
Pio e Amedeo

Pio e Amedeo sono il fenomeno televisivo del momento come testimonia la loro partecipazione ad Amici di Maria e il loro show Felicissima sera, il format che va in onda il venerdì su Canale 5 in prima serata con ottimi risultati in termini di ascolti.

Spesso però a causa del politicamente scorretto utilizzato all’interno delle loro performance, i loro interventi sono stati duramente criticati e considerati inappropriati, poiché capaci di urtare la sensibilità di alcune persone e comunità

Alla fine le persone si divertono, per quanto scorretti puntiamo sulla correttezza, il nostro cazzeggio non è mai gratuito. La tv non deve educare, lo devono fare i genitori e la scuola. La tv deve intrattenere e non si può assumere tutte le responsabilità, perché c’è un posto come internet dove succedono cose peggiori. L’unica regola della satira è che deve prendere in giro chi è più forte, non deve sparare sulla Croce rossa.

Chi, le parole di Pio e Amedeo

Ecco che allora, stanchi di navigare all’interno del ristretto perimetro del politicamente corretto, da Pio e Amedeo arriva un annuncio che ha tutta l’aria di una dichiarazione d’intenti, non senza un filo di provocazione: i due nel corso della puntata di Felicissima sera non useranno mezze misure e non concederanno nemmeno un millimetro al terreno del politicamente corretto. Al contrario, useranno tutte le parole bandite dalla tv come “ne**o” o “fr**io” che torneranno prepotentemente nelle bocche del duo comico, proprio perché – a detta di Pio e Amedeo – la cattiveria non è nella lingua, bensì nelle intenzioni che dietro a essa si celano:

Elencheremo tutte le parole che non si possono più dire in tv, quelle bandite: “neg**”, “fro***”, tutte. E sai perché? Perché la cattiveria non è mai nella lingua, ma nelle intenzioni. Se dici a un tuo amico “ué neg**, andiamo a mangiare?” non lo offendi, se gli dici “nero di me***!”

Bisogna sempre alzare l’asticella. Il principio è che si può dire tutto se il pensiero è “ragionato”. È la “bastardaggine” che va condannata. E comunque è l’ultima puntata, alla peggio finiamo col botto

Libero

What do you think?

-41 Points
Upvote Downvote

One Comment

Leave a Reply

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Giovanni Ciacci si sente male durante scherzo Le Iene

Le Iene, finisce male lo scherzo a Giovanni Ciacci: ecco cosa è accaduto

Fedez - Matteo Salvini

Ancora scontro sul ddl Zan: Matteo Salvini chiede a Fedez un incontro e lo invita a firmare la sua petizione