in ,

Partita del Cuore: ecco tutti i vip che hanno mostrato solidarietà ad Aurora Leone

Partita del Cuore
Partita del Cuore

La Partita del Cuore è un evento benefico a ricorrenza annuale cui prendono parte moltissimi nomi celebri, dal mondo dello spettacolo a quello della musica. Quest’anno si affronteranno la squadra della Nazionale Italiana Cantanti e i Campioni per la Ricerca, ma ciò per cui verrà ricordata questa edizione della manifestazione è l’increscioso episodio occorso ad Aurora Leone, membro del gruppo The Jackal e appartenente alla squadra i Campioni per la Ricerca.

La vicenda è ormai fatto noto a tutti: in sostanza, la cantante è stata allontanata dal tavolo dei commensali dal direttore generale della Nazionale Italiana Cantanti, Gianluca Pecchini con la motivazione che una donna non si sarebbe potuta accomodare al loro tavolo.

Un comportamento sessista bello e buono!

Questo deprecabile episodio ha attirato su di sé lo sdegno di moltissime celebrità che si sono prodigate nel manifestare ad Aurora comprensione e solidarietà.

Eros Ramazzotti, membro della Nazionale Italiana Cantanti, si è detto estraneo alla vicenda e ha poi ritirato la sua partecipazione alla partita in segno di protesta:

“Ciao a tutti. Noi della NIC ( Nazionale italiana cantanti) non siamo stati coinvolti direttamente nella vicenda scaturita dal comportamento di due persone dello staff. Stavamo parlando tra di noi mentre cenavamo, abbiamo sentito delle voci alzarsi senza capire cosa stesse succedendo. Io ho provato a recuperare la situazione che era oramai precipitata. Avremo un incontro con Aurora e Ciro per spiegare meglio la dinamica dell’avvenimento e scusarci pubblicamente dell’accaduto.NOI NON SIAMO SESSISTI e tantomeno RAZZISTI o OMOFOBI, anzi, ognuno fa qualcosa per chi ha bisogno ( da anni e in tempi non sospetti) sinceramente per un comportamento incauto di due persone dello staff, non possiamo passare per quello che non siamo.W sempre la solidarietà. W le donne che sono parte fondamentale della nostra vita.”

Bubino

A esprimersi sulla vicenda anche Aurora Ramazzotti:

“È incredibile come l’irrefrenabile bisogno di prevaricare risulti necessario anche quando si sta facendo beneficenza. Anche laddove imporre la propria ’superiorità’ sembrerebbe superfluo agli occhi di un neonato, continua a essere una necessità…andando così a oscurare lo scopo importante e portandosi le persone che partecipano ingiustamente giù con sé. C’è da dissociarsi ad alta voce e che non si dica più che il nostro è un paese inclusivo; cose come questa succedono SEMPRE. La strada da fare è lunga. Il maschilismo esiste. Solidarietà ad Aurora Leone.”

Adnkronos

Segue Alessandra Amoroso, letteralmente amareggiata per il trattamento riservato alla componente dei The Jackal:

“Sono davvero amareggiata e incredula per quello che è successo ad Aurora Leone dei The Jackal. Non è più tempo di parole, servono i fatti. Il rispetto della donne e la parità di genere passa dalle azioni quotidiane, passa anche da una partita di calcio! Mi dispiace che un evento benefico così bello e dedicato a cause tanto importante possa essere sporcato in questo modo.”

Francesco Facchinetti propone un gesto di ribellione collettivo da parte di tutte le donne:

“Sarebbe una cosa buona e giusta se le donne che partecipano alla Partita del Cuore non scendessero in campo per protesta. Ogni azione ha una reazione.”

Maria Pia Scalzone, attrice di Gomorra, non le manda a dire al comportamento machista subito da Aurora alla Partita del Cuore:

“Se denunci sei una pazza mitomane se protesti sei maleducata e arrogante. Se ti incazzi sei isterica. Il ribaltamento (perché donna e partenopea?) fa schifo signori cantanti. Sappiatelo. Cacciate questi signori. Aurora Leone ti abbraccio.”

Molto incisiva anche Elodie nel criticare fermamente l’accaduto:

“Se ci fossi stata io avrei ribaltato il tavolo, almeno ci sarebbe stato un motivo valido!”

Dure reprimende alle frasi sessiste e misogine arrivano anche dal mondo della politica, e segnatamente dal deputato Alessandro Zan, primo firmatario del ddl Zan che mira proprio, fra le altre cose, a tutelare maggiormente la figura della donna affinché episodi simili non abbiano mai più ad accadere:

“Quella denunciata da #AuroraLeone è l’ennesima vergogna che dimostra quanto sessismo, misoginia e machismo siano ancora perversamente radicati nella nostra società. Una discriminazione che ha colpito Aurora, ma che offende tutte e tutti noi.”

What do you think?

70 Points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Can Yaman non saluta fan dopo che un gruppetto si è intrufolato nel suo condominio

Can Yaman snobba le fan, ma per una buona ragione: ecco perché l’attore non le ha salutate

Arisa e Andrea Di Carlo

Andrea Di Carlo dedica un messaggio d’addio ad Arisa: le sue parole