in

Simone Pillon risponde a Luciana Littizzetto che sostiene il ddl Zan: ecco le sue parole

Simone Pillon
Simone Pillon

Simone Pillon, il senatore leghista che si sta battendo per osteggiare il ddl Zan, non ha per nulla gradito le parole che Luciana Littizzetto gli ha rivolto e così il patron del Family day ha replicato così alla comica di Che Tempo Che Fa.

Facciamo però un passo indietro e riprendiamo le parole che Luciana Littizzetto ha speso a favore della legge contro l’omotransfobia e che ha condensato nella classica “letterina” che la comica è solita scrivere in particolari occasioni:

Caro Pilly… Pipillone bello che quando senti parole che iniziano per OMO o per TRANS tremi. Che se ti dicono: ‘Transiberiana’? Ti offendi. ‘Transistor, transaminasi’? Ti inalberi. A me agita l’odio non l’amore. In qualsiasi forma si esprima. Scusa Pillon… e vorrei che notassi che non ci metto la R anche se sarei tentatissima di farlo. L’amore è come il Festival di Sanremo: va avanti lo stesso, nonostante le polemiche e nonostante alla fine ci si diverta solo per cinque giorni. L’unica cosa che chiediamo è di approvare una legge che punisca chi va in giro a pestare e insultare chi fa scelte sessuali diverse dalle proprie. Lo dico anche a te picchiatore: la prossima volta che sentirai lo stimolo di chiudere la mano a pugno, indirizzala al centro delle tue gambe.”

Non è la prima volta che Simone Pillon si trova al centro di numerose critiche per la sua ostinazione nel non voler appoggiare il ddl zan; così, la replica del senatore leghista è arrivata neanche 24 ore dopo dal proprio profilo Instagram dove tuona:

“Mia cara Lucianina, Lucy, gambino di sedano, ti posso fare una domandina? Ma tu hai letto il codice penale? E il ddl Zan, lo hai letto? o leggi solo le veline che ti passa il PD?
Se tu li avessi letti, avresti scoperto una cosa carina, e cioè che già oggi, con le leggi in vigore, “se tu insulti o picchi una persona per via del suo orientamento sessuale o per il suo genere o per la sua disabilità, devi subire una condanna pecuniaria o penale”. Anzi, applicando il già vigente art. 61 puoi ottenere pene aggravate per chi sia così stupido o pericoloso da aggredire qualcun altro perchè gay, o perchè non la pensa come lui.
Il ddl Zan dice che donna non è la persona con i cromosomi xx, ma anche un maschio che si sente donna. E a lui spettano quote rosa, gare sportive femminili, diritti delle donne.
Il ddl Zan dice che sarà punita la semplice istigazione alla discriminazione contro i diritti LGBTQ+, e siccome tra i diritti pretesi ci sono il matrimonio e i figli, chiunque farà propaganda contro il matrimonio gay o l’utero in affitto si beccherà da 2 a 6 anni di reclusione.
Il ddl Zan dice che, con la scusa della “giornata nazionale contro omofobia, bifobia, lesbofobia e transfobia” bisogna insegnare ai bambini fin dai 3 anni, l’ideologia gender.
Noi, cara Luciana, rispettiamo tutti, e non vogliamo che ci siano alcuni più uguali di altri.
Tu invece rispetti solo chi ti pare, e ti permetti di diffamarmi, dicendo che ho la testa vuota. Pazienza, non sarai accusata di pillonfobia.
Solo, la prossima volta, visto che sei democratica, ricordati di garantire il contraddittorio.
È facile sparare addosso agli assenti…
Oltretutto lo stipendio te lo paghiamo tutti, e tutti abbiamo diritto di essere rappresentati nella tv pubblica, no?
PS: io non penso di essere caxxialtruifobico, come dici. Per conto mio ognuno faccia come gli pare, anche sul soffitto se gli piace. Ma se limitano la mia libertà di pensiero, e più ancora se cercano di legittimare indirettamente pratiche orrende come l’utero in affitto o peggio se cercano di andare nelle scuole a indottrinare i miei figli, allora mi alzo in piedi. Allora ci alziamo in piedi.”

Ecco il post:

https://www.instagram.com/p/CN1oO5RBKpR/?igshid=1upuq0tbxwmjp

What do you think?

-8 Points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lieve malore Massimo Giletti Non è l'Arena

Non è l’Arena, malore per Massimo Giletti: ecco cosa è accaduto

Le Regina Elisabetta annulla festeggiamenti per il suo compleanno

La Regina Elisabetta compie 95 anni: ecco la decisione presa per i festeggiamenti