in

Il Vaticano tuona: “modificate il ddl Zan, viola il Concordato”

Ddl Zan
Ddl Zan

Il ddl Zan è, proprio in queste ore, al centro di un caldo dibattito in Commissione Giustizia al Senato dopo le innumerevoli difficoltà per ottenerne la calendarizzazione a causa dei reiterati tentativi della Lega e del senatore Andrea Ostellari di rinviarne la discussione.

Ebbene, ora un’altra voce si aggiunge al campo del già acceso confronto ed è la voce del Vaticano che, finora, non era mai formalmente intervenuto nel merito del ddl Zan.

Attraverso una nota verbale presentata formalmente all’ambasciata italiana da parte del monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati della Santa Sede, il Vaticano ha chiesto al governo italiano di modificare il testo di legge che porta il nome del suo primo firmatario, il deputato del Partito Democratico Alessandro Zan.

Il fatto risulta ancora più reboante se pensiamo che è la prima volta che il Vaticano interviene a gamba tesa per chiedere l’emendamento di una legge italiana.

Stando a quanto riportato sulla nota promossa dalla Santa Sede “alcuni contenuti attuali della proposta legislativa in esame presso il Senato riducono la libertà garantita alla Chiesa Cattolica dall’articolo 2, commi 1 e 3 dell’accordo di revisione del Concordato”.

Il comma 1 dell’art. 2 dei Patti Lateranensi afferma quanto segue: “La Repubblica italiana riconosce alla Chiesa la piena libertà di svolgere la sua missione pastorale, educativa e caritativa, di evangelizzazione e di santificazione. In particolare è assicurata alla Chiesa la libertà di organizzazione, di pubblico esercizio del culto, di esercizio del magistero e del ministero spirituale nonché della giurisdizione in materia ecclesiastica”. Il comma 3, invece, garantisce “ai cattolici e alle loro associazioni e organizzazioni la piena libertà di riunione e di manifestazione del pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”.

Con l’approvazione del ddl Zan, quindi, il Vaticano teme una sonora limitazione della libertà di diffusione della morale cattolica, garantita, appunto, dalla firma dei Patti Lateranensi (o Concordato) risalenti al 1929 e stipulati da Benito Mussolini e la Santa Sede.

What do you think?

-25 Points
Upvote Downvote

One Comment

Leave a Reply

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Temptation Island 2021

Temptation Island 2021, svelate le 6 coppie che parteciperanno al programma

Mohicani

Mohicani, ecco il video della hit estiva di Baby K e dei Boomdabash